martedì 8 marzo 2011

sono una pera cotta

tre piccole cose accadute ieri...
primo, abbiamo scoperto che ai fermenti lattici che "lavorano" per noi e che ogni giorno ci regalano uno yogurt buonissimo per fare colazione, piace più il latte a lunga conservazione del discount Dico, piuttosto che il latte fresco alta qualità, devono essersi adeguati allo stile di vita "risparmioso" della nostra famiglia.
secondo, la ragazza che da una settimana era in prova da noi part-time, mi ha detto che non se la sente proprio e che correre dal part-time che fa la mattina a quello da noi il pomeriggio la sta uccidendo e che ormai non digerisce da una settimana.
ok, la prendo con filosofia ma mi dispiace lo stesso perché sinceramente era brava e imparava in fretta, il che non guasta considerando la velocità a cui mi cresce la panza e considerando la...
terza cosa successa ieri e cioè che son caduta come una pera cotta o meglio come una fessa.
mentre cercavo una cosa in magazzino.
camminavo con il naso per aria e non ho visto che sotto i piedi avevo una serie di scatole su cui sono inciampata e su cui sono rovinosamente caduta, il povero cliente-collaboratore-amico M. che aspettava la merce che io cercavo, ha visto tutta la scena e mi è venuto in soccorso, era talmente bianco per lo spavento che ho temuto che mi svenisse ai piedi, vabbhé, in realtà ero io in ginocchio ai suoi piedi...
per fortuna sono riuscita a cadere prima in ginocchio e poi sui gomiti e non ho assolutamente sbattuto la pancia ma onestamente mi sono spaventata a morte.
mi sono seduta un attimo e poi con fare indifferente ho finito di preparare il pacco per il povero M. che continuava a fissarmi atterrito convinto che potessi finire lunga distesa da un momento all'altro.
appena lui è uscito ho preso il cappotto e la borsa e sono corsa in pronto soccorso (che è davvero dietro l'angolo) senza dire niente a nessuno.
mi hanno spedita in ginecologia dove un dottore gentile mi ha visitata e fatto l'ecografia immediatamente e mi ha detto "signora la prego non mi chieda il sesso perché non è la sede adatta" ed io "dottore, del sesso, sinceramnete, non m'importa niente, voglio solo sapere se sta bene..." e lui "guardi lei stessa" e girato il monitor dell'ecografia verso di me aggiunge "vede? la sta salutando con la manina" e sapete qual'è il bello? è che era assolutamente vero.
ora, io ho due opzioni ma propendo per la seconda e voi?
1° mi salutava per rassicurarmi e dire "vedi mamma sto bene, che vuoi di più?"
2° mi salutava per prendermi per il c**o e dire "sei la solita paranoica, se potessi ti farei il cosiddetto gesto dell'ombrello!"
a voi la scelta ;D

baci e a presto
ele

4 commenti:

  1. ahhahaha
    la seconda decisamente!
    un abbraccio e STAI ATTENTA!!!

    RispondiElimina
  2. @caia: sono convinta anch'io...ed è preoccupante per il nostro futuro rapporto se già mi prende in giro da lì dentro, quando esce che fà, mi spernacchia direttamente?
    grazie, ci proverò con tutta me stessa, anche se Pippo in confronto a me è un tipo super attento...
    baci
    ele

    RispondiElimina
  3. Con una mammina cosi' ironica...il pargoletto non potrebbe che essere premuroso/a dare "l'ombrello alla mammina"!
    Dai che non sei alla pera o frutta che sia...sei una grande amica e persona meravigliosa, vedrai che troverai anche chi puo' darti una mano in ufficio.
    A presto
    Vincy

    RispondiElimina
  4. @Vincy: sei sempre un Tesoro :****

    RispondiElimina

Benvenuto e grazie per essere passato!
Torna quando vuoi che un posto per te c'è sempre.
Ti va di lasciare una traccia? Così, tanto per...